VOLLEY - LA DELTA RITROVA IL SORRISO CONTRO PADOVA - BarSportItalia.it

VOLLEY - LA DELTA RITROVA IL SORRISO CONTRO PADOVA

Pubblicato: Domenica 24 Marzo 2013 da: Miki

©BarSportItalia.itCOMUNICATO STAMPA DELTA INFORMATICA - Vittoria doveva essere e vittoria è stata. Con fatica, magari non giocando troppo bene, ma la Delta Informatica riesce a superare l’ostacolo Le Ali Padova e può continuare a inseguire il suo sogno playoff. In sede di presentazione abbiamo parlato di un match che rappresentava il bivio della stagione: con i tre punti la strada imboccata è quella che permetterà alle ragazze di mister Koja di proseguire la corsa nelle zone altissime della classifica. Ora, dopo la sosta prevista per la Pasqua, arriverà un aprile decisivo, nel segno del derby contro la capolista Neruda e poi di una serie di scontri diretti decisivi. Sfide da affrontare con il cuore leggero e la testa sgombra da pressioni: la stagione, già adesso possiamo dirlo, sarà certamente positiva, comunque vadano le ultime cinque gare. E allora perché non provare a renderla magica e indimenticabile? Come detto le ragazze ci proveranno fino in fondo, e alla fine dell’ultima partita e quando cadrà l’ultimo pallone si vedrà a che punto si è arrivati. 

 

Ma veniamo al match contro Padova. Che sarebbe stata una gara difficile lo si sapeva: per il valore delle avversarie, ma soprattutto per la grande voglia di Marchioron e compagne di archiviare la negativa parentesi di Cerea. E proprio la capitana Giada Marchioron ha preso per mano la squadra, trascinandola verso la vittoria con 30 punti personali. L’opposto, carica come una molla per dimostrare che la sua prestazione sotto tono di una settimana fa era stata una casualità, merita il titolo di mvp della gara: il tabellino dice 25 su 53 in attacco, con 4 muri punto e un ace. Insieme a lei molto positiva la prova di Valeria Pesce, precisa e fantasiosa (e ridaje con la fast alzata in bagher!) e capace di nascondere la prova non troppo incisiva, almeno in attacco, delle proprie laterali. Bene anche Silvia Fondriest, che ha attaccato con percentuali leggermente inferiori ai suoi altissimi standard (10 su 20), ma che ha saputo essere decisiva quando serviva. Ottima Todesco a muro (6 stampi), ma poco incisiva in attacco (5 su 21), mentre le laterali hanno alternato buone cose a momenti di appannamento: Rubini, decisiva nel quarto set, ma finita anche in panchina nel secondo, ha chiuso con 6 su 17; Pirv ha ricevuto bene e difeso nel terzo, ma in attacco non ha inciso (1 su 10); Cester è stata importante nella seconda frazione, ma è calata alla distanza in attacco (1 su 11); Fogagnolo, invece, ha disputato una gara stupenda: entrata a freddo ha saputo dare un grande contributo al servizio, ha ricevuto con un libero e messo a terra 2 dei 4 palloni ricevuti. Infine Fiori, partita con il freno a mano tirato e cercata pochissimo dal servizio veneto, è cresciuta a dismisura nel terzo e quarto set, sfoggiando alcune difese fondamentali. 

Sabato prossimo, dopo una settimana di regolare lavoro in palestra, la squadra si dedicherà con le rispettive famiglie ai festeggiamenti pasquali, mentre il 6 aprile è in cartellone il derby contro il Neruda. 

LA CRONACA 

Koja in avvio si affida a Pirv in diagonale con Rubini, mentre il resto del sestetto classico è confermato. Padova risponde con Forzan al palleggio, Secco opposto, Medea e Fenice di banda, Caponi e Visentin al centro e Bedin libero. La Delta parte forte, con Pesce che carica subito il pubblico inventandosi una fast in bagher, 4-1. Poi qualche errore di troppo, l’ace di Medea e Padova tiene il naso avanti, 10-12 e 13-16. Ma la Delta non ci sta: ace di Fondriest, tocco di seconda intenzione di Pesce e attacco di Pirv, 20-17. Set finito? No, e poco dopo il tabellone recita 20-20. Sul 22-21 chi firma a muro e con due attacchi i punti numero 23, 24 e 25 della Delta? Ovvio, Giada Marchioron. E il primo parziale è in cascina. 

Si cambia campo e la Delta, con Marchioron e Todesco sugli scudi, tiene sempre a distanza le avversarie (8-4 e 16-12). A chiudere i conti ci pensa, ancora, Marchioron a muro. Sul 2-0 c’è chi pensa che Padova tirerà i remi in barca, ma non è così. Secco, Caponi e Visentin murano tantissimo, mentre la Delta non riesce a dare continuità al proprio attacco. Le ospiti stanno sempre avanti, 5-8 e 11-16, ma poi c’è la grande rimonta, con i muri di Fondriest e l’ace di Marchioron, 17-17. Quando l’inerzia della gara pare essere nelle mani della Delta, Visentin e compagne piazzano il colpo di coda, andando a murare due volte Marchioron e portando il match al quarto. Fogagnolo, ottimo il suo ingresso nel finale di terzo parziale, resta in campo e azzecca un bel filotto al servizio. Rubini è ispiratissima e la Delta vola. Sul 15-11 l’episodio che rovina il finale di gara: Rubini spigola una ricezione, la palla si appoggia al nastro, tocca nettamente l’astina e ricade nei tre metri di Padova. Gli arbitri non vedono, danno il punto alla Delta e Padova si scatena nelle proteste. Ci rimette mister Chiappini, che si prende un rosso. Gli arbitri in un primo momento sbagliano e assegnano un punto alla Delta, 16-11. Durante il time out tecnico si rendono conto dell’errore e il tabellone, giustamente, torna sul 15-11. Ma ormai la pausa è stata fatta e i due fischietti non fanno rifare la sosta un punto dopo. Padova annuncia il reclamo e si va avanti. Sul 24-17 altra protesta delle ospiti, furenti, e il match si conclude con un giallo. La Delta festeggia, Padova è arrabbiatissima. 

 

IL TABELLINO 

Delta Informatica - Padova Le Ali 3-1

(25-22, 25-19, 23-25, 25-17)

DELTA INFORMATICA: Pesce 3 (3a), Marchioron 30 (25a+1b+4m, 5 err att, 0 err batt), Rubini 13 (9a+3m+1b, 3 err att, 2 err batt), Pirv 1 (1a, 1 err att, 2 err batt), Fondriest 13 (10a+2m+1b, 2 err att, 1 err batt), Todesco 11 (5a+6m, 0 err att, 1 err batt), Fiori (L), Cester 2 (1a+1m, 0 err att, 0 err batt), Giora 0, Eliskases ne, Fogagnolo 4 (2a+1m+1b), Bandera ne.

Allenatore: Orlando Koja

PADOVA: Secco 8 (3a+4m+1b), Medea 13 (12a+1b), Fenice 9 (8a+1m), Caponi 14 (10a+4m), Visentin 9 (5a+4m), Bedin (L) 1 (1a), Rigoni ne, Duse 0, Quareni ne, Concato 0. 

Allenatore: Chiappini

ARBITRI: Luca Degoli e Pietro Colella

NOTE: Delta Informatica (errori azione 21, errori battuta 6, muri 13, ace 3), Padova Le Ali (errori azione 17, errori battuta 5, muri 13, ace 3).








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy