SERIE D - FERSINA, INTERVISTA A TUTTO TONDO AL MISTER ROBERTO CORTESE - BarSportItalia.it

SERIE D - FERSINA, INTERVISTA A TUTTO TONDO AL MISTER ROBERTO CORTESE

Pubblicato: Mercoledì 24 Aprile 2013 da: Fede

 

©BarSportItalia.it

(tratto da www.asfersina.it)

Mister a chi dedichiamo questa salvezza?

“Beh, in primis al presidente Peghini per tutti gli sforzi che ha fatto in questa lunga e impegnativa stagione, credo che persone così ce ne siano poche in circolazione. Poi la dedico ad un grande amico: Paolo Ianes, perché pure da “esterno”, la sua presenza è stata fondamentale anche per molti giocatori. E infine, visto che i miei amici spesso mi dicono che non mi prendo mai i meriti, questa volta un po’ di salvezza la dedico a me stesso per tutto l’impegno che c’è stato in questi due anni da parte mia, della mia famiglia e dei miei amici; un impegno che è stato davvero tanto, forse troppo. Non dimentichiamo anche l’ottimo lavoro di tutto lo staff, sempre presente e preparato”.

Qual è stato il momento in cui ha pensato che ormai la salvezza era stata raggiunta?

 “Dopo la vittoria contro il Mezzocorona”.

C’è stato un momento in cui ha creduto invece di non farcela?

 “Mai!”.

Diciotto punti raccolti all’andata e poi un girone di ritorno da protagonisti: qual è stata la chiave di questo piccolo miracolo giallonero?

“Non parlerei di miracolo ma il frutto di tanto lavoro e la continua crescita di tutto il gruppo, sia dei giocatori e dello staff e qualche ottima intuizione di Attilio Ravelli che portato a Pergine giocatori di alto livello che ci hanno aiutato a fare quel salto di qualità”.

Secondo lei perché la Fersina si è salvata, mentre Trento e Mezzocorona sono sull’orlo del baratro?

 “Per il semplice motivo che loro hanno creduto in un progetto e sono andati avanti con quello. Credo poi che un allenatore si debba cambiare nel momento in cui non è più seguito dalla squadra e non per moda. Purtroppo in questi ultimi anni in Italia si cambia allenatore quasi ed esclusivamente per moda e cambiarne diversi nell’arco della stagione secondo me è controproducente”.

Tanti volti nuovi carismatici nello spogliatoio, vista anche un rosa numerosa: quali problematiche di gestione ha dovuto affrontare?

 “Poche e di grosse nessuna. Questo grazie ad un gruppo che i ragazzi sono riusciti a creare all’interno dello spogliatoio, pur avendo, in alcune circostanze, tanta rabbia in corpo per via di uno scarso minutaggio in campo; ma tutti si sono sempre allenati con professionalità e questi sono i risultati e per questo li ringrazio uno ad uno”.

Ha qualche rimpianto in questa stagione?©BarSportItalia.it“Penso che se ci avessimo creduto fin da subito un po’ di più, forse a quest’ora potremo essere qua a giocarci qualche chance play off, anche se poi la nostra realtà è questa, ossia la media tra il girone di d’andata e quello di ritorno”.

 

Qual è stata la partita più bella e quella più brutta giocate dai suoi ragazzi?

 “Le più belle, senza dubbio, quelle giocate contro la Pergolettese. Nonostante le sconfitte abbiamo giocato due partite davvero eccezionali con un’intensità da grande squadra. E senza dubbio la più brutta è quella persa sul campo del San Giorgio all’andata e non è caso è stata la prima di quelle sei sconfitte di fila”.

Qual è la squadra che l’ha impressionata di più in questa stagione?

 Per qualità la Pergolettese e per l’organizzazione l’Olginatese dell’andata.

C’è un giocatore, visto in questa stagione, per il quale farebbe di tutto per averlo nella sua squadra?

  “Sarau del Lecco”.

 Inutile girarci intorno: è già futuro. Il suo dove sarà?

 “Mi auguro a Pergine e con la maggior parte di questo gruppo. Sono sicuro che manchi veramente poco a questa squadra per poter confermarsi o addirittura fare un bel salto di qualità. Credo e spero che il presidente abbia la forza e la volontà di continuare in questo progetto”.

Si parla di una possibile fusione, che ne pensa in riguardo?

"Per quanto riguarda le eventuali fusioni con Mezzocorona e Trento penso che siano da prendere in considerazioni per il fatto che il calcio regionale è palesemente troppo indietro rispetto al resto d'Italia e creare una società importante che faccia da punto di riferimento sarebbe importantissimo, basti pensare al Sud Tirol. Purtroppo nello sport e non solo, c'è troppo campanilismo e questo non ha senso, una sorta di guerra dei poveri che non porta da nessuna parte".

Mister, dopo questa salvezza raggiunta ha qualche sassolino da togliersi dalla scarpa??

"Ci vuole tanta passione per vivere nel difficile mondo del calcio ed è incredibile come molte persone abbiano la faccia tosta di guardarti, di sorriderti ma appena ti volti ti infilerebbero un pugnale nella schiena. In quel periodo, dove per sei giornate abbiamo ottenuto altrettante sconfitte, ne ho viste e sentite di tutti i colori e poi, proprio queste persone, sono le prime che vogliono salire sul carro dei vincitori, trovo questo fatto davvero vergognoso. Tutti mi dicono che il calcio è così, forse è utopistico pensare che possa andare diversamente, ma spero che i miei figli, alunni e i miei giocatori la pensino diversamente".




cheap pandora 2017-12-21 10:01:33
Welcome to pandora outlet Store, Buy Pandora Online Retailer All pandora are more than 63% discount.Danish jewelry brand pandora jewelry (pandora) Yong charming fine jewelry swept the world, it is the world's third largest jewelry brand sales. Sale Pandora Charms pandora outlet UK online. pandora outlet Store pandora Jewelrypandora Charms Sale. Pandora Jewelry Outlet ,birthstone,rose gold, animal charms from pandora uk online shop,enjoy big discount and the highest quality assurance!

Jeffuserma2017-10-13 11:12:50
Cialis Paypal [url=http://cialtobuy.com ]generic cialis[/url] Comprar Cialis Generico En Murcia





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy