VOLLEY - FINISCE A PARMA IL SOGNO PLAYOFF - BarSportItalia.it

VOLLEY - FINISCE A PARMA IL SOGNO PLAYOFF

Pubblicato: Domenica 5 Maggio 2013 da: Miki

©BarSportItalia.it(COMUNICATO STAMPA DELTA INFORMATICA) - Il sogno playoff non si realizza. La Delta Informatica viene sconfitta a Parma 3-1 e abbandona la speranza di una qualificazione agli spareggi post season. Un peccato e una grande delusione, anche perché le gialloblù sono arrivate a un passo dal sogno, l’hanno accarezzato, ma poi è stato strappato dalle mani da una Parma compatta e agguerrita, trascinata da una stratosferica Porzio (attacco, difese spettacolari, ricezione, ace e una vagonata di leadership per la laterale di casa, migliore in campo come accadde all’andata). Più precisamente la Delta è arrivata a 4 punti dai playoff: vinto il primo set e in vantaggio 21-20 nel secondo, le ragazze di Koja sono arrivate a un soffio da qui due set che avrebbero garantito il matematico accesso agli spareggi per l’A2. Ma a quel punto qualcosa si è inceppato nel meccanismo della squadra, il nervosismo e la tensione hanno preso il sopravvento sulla lucidità e la squadra si è arresa. Non senza lottare, però. Nel secondo parziale (quello decisivo, visto che nel  terzo e nel quarto il pallino del gioco è stato costantemente nelle mani delle padrone di casa) dal 20-21 si è arrivati al 24-21. La Delta ha annullato due set point e nel terzo ha avuto il pallone per impattare a quota 24. Parma ha difeso, palla a Porzio che ha tirato forte, senza paura sulle mani del muro trentino: palla out, ma nel ricadere probabilmente la schiacciatrice di casa tocca la palla. Gli arbitri non vedono, o forse non c’è stato alcun tocco (chi può dirlo con certezza?), e Parma chiude. E facendo un piccolo passo indietro nello stesso parziale viene in mente quel vantaggio di tre punti (16-13) o vengono in mente tre free ball non chiuse che avrebbero permesso alla squadra di allungare il vantaggio nel momento più caldo del set. 

Un peccato e una delusione, dicevamo. Perché i playoff, che non rappresentavano un obiettivo stagionale ma che lo erano diventato giornata dopo giornata, sarebbero stati un bel premio per tutte le giocatrici, che hanno lavorato e faticato durante tutto l’anno, allenandosi con costanza. Ma lo sport è così e bisogna accettare il verdetto del campo: Neruda, Breganze e Parma vanno avanti, Delta Informatica a casa. A casa, e questo possiamo dirlo senza partigianeria, a testa altissima, con ogni ragazza che ha dato il massimo di quello che aveva. E gli errori, tecnici, comportamentali, di approccio alla partita, servano da insegnamento per il futuro a un gruppo molto giovane. 

Entrando nel dettaglio tecnico della partita, Parma ha saputo essere più incisiva in fase break (16 tra muri e ace contro i 6 trentini) e ha ricevuto con maggiore costanza, garantendosi un cambio palla più fluido. In numeri nei diversi “settori” parlano di un sostanziale equilibrio: il trio di palla alta trentino ha messo a segno 32 punti in attacco (24 Marchioron, 5 Pirv e 4 Rubini), esattamente quanti le quattro di palla alta emiliane (5 Rocca, 6 Angeli, 13 Porzio e 8 Valli, quest’ultima un cambio decisamente azzeccato). Stesso discorso per le centrali: 17 punti per Fondriest e Todesco, 16 per Rebora e Puglisi. Detto di questi numeri, che testimoniano un sostanziale equilibrio in campo, ecco che la differenza nel match l’ha fatta (oltre alla fase break) l’aspetto mentale e nervoso. Parma è stata squadra dal primo all’ultimo punto, unita nel momento di difficoltà (perdere il primo set in casa ed essere sotto nel secondo non è bello), mentre la Delta è apparsa nervosa e tesa, incapace di trovare soluzioni e risposte tecnico tattiche al gioco delle padrone di casa. Tra le singole positiva la prova di Marchioron (24 su 43 in attacco, con 4 errori e 3 muri subiti), ma ottima è stata la prestazione di Cester, entrata in campo sul 5-6 del primo set per Fiori e autrice di un match molto intelligente e positivo. 

La stagione agonistica finisce quindi così, ma la squadra continuerà ad allenarsi anche nelle prossime settimane, con la società che inizierà a porre le basi per la prossima stagione, parlando con le atlete e valutando conferme e nuovi innesti. 

 

IL TABELLINO 

Parma - Delta Informatica Pergine 3-1

(23-25, 25-23, 25-20, 25-22)

DELTA INFORMATICA: Pesce 2 (1a+1b, 0 errori azione, 1 errori battuta), Marchioron 25 (24a+1m, 4 err.az. 4 err.batt.), Rubini 7 (4a+2m+1b, 4 err.az. 1 err.batt.), Pirv 6 (5a+1b, 1 err.az. 3 err.batt.), Fondriest 10 (10a, 1 err.az. 2 err.batt.), Todesco 7 (7a, 0 err.az. 2 err.batt.), Fiori (L), Cester (L), Giora 0 (1 err.batt.), Eliskases 0 (1 err.batt.), Bandera ne, Fogagnolo ne.

PARMA: Rocca 12 (5a+3m+4b), Angeli 7 (6a+1m), Puglisi 12 (10a+2m), Piras (L), Porzio 18 (13a+2m+3b), Rebora 8 (8a), Bertolotto 4 (4a), Valli 9 (8a+1m), Corchia 0, Galliani ne, Ghiretti ne, Lottici ne.

Allenatore: Cadeluppi

ARBITRI: Marina Bucci e Giulio Tarchi

NOTE: Delta Informatica: errori azione 13, errori battuta 15, ace 3, muro 3. Parma: errori azione 21, errori battuta 10, ace 7, muro 9.








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy