ECCELLENZA - PARI POLEMICO PER IL LEVICO - BarSportItalia.it

ECCELLENZA - PARI POLEMICO PER IL LEVICO

Pubblicato: Domenica 16 Marzo 2014 da: Miki

(DA uslevicoterme.it) - "Non dire gatto se non l'hai nel sacco..." diceva il buon vecchio Trapattoni alcuni anni fa, un proverbio che s'addice alla gara di oggi, chiusasi sul pareggio, dopo che per gran parte della partita siamo stati in vantaggio. Peccato! Un risultato frutto di alcuni nostri errori davanti alla porta difesa da Scali, ma anche di alcune scelte discutibili fatte dell'arbitro. Peccato, perché abbiamo giocato bene per trequarti di gara, dimostrando solidità difensiva e una buona dose di cinismo in attacco.

Si comincia subito con i nostri ragazzi in attacco: Conci scappa via al 7’, così Konvyt deve abbatterlo al limite dell'area, ma il calcio di punizione di Lucena Gonzales sbatte sulla barriera. Sul cambio di fronte il Trento mette i brividi al quarto d'ora, quando Manas a rapide falcate percorre il campo, prima di servire Paissan, che fortunatamente per noi alza di molto la mira. Al 23’ passiamo meritatamente in vantaggio: precisa punizione Lucena dalla trequarti sinistra, che Filippini (foto) corregge in fondo al sacco per la gioia dei nostri numerosi tifosi. Gli aquilotti rispondono con Perrone, ma il nostro Fracalossi respinge di pugno, allontanando il pericolo. Alla mezzora sale in cattedra bomber Conci: prima prova un sinistro dal limite, rinviato dalla difesa avversaria, poi firma il raddoppio con una deviazione ravvicinata a seguito di un tiro dalla bandierina. Partita chiusa? Macché. Un contrasto di spalla tra Riggi e Ponticelli in area viene giudicato falloso dal signor Monte, ma Perrone dagli undici metri spreca il calcio di rigore, sparando alto.

Nei primi minuti della ripresa il Trento ci prova con Paissan, ma il tiro-cross manca la nostra porta. Grossi dubbi al 14’ quando Filippini viene fermato fallosamente in area da Comper, non per l’arbitro, che ammonisce solamente il difensore aquilotto, concedendo un calcio di punizione, che Scali riesce a neutralizzare. Ancora Conci prova la conclusione dal limite, ma la sfera sibila di poco sopra la traversa. I nostri avversari scaldano le mani a Fracalossi con un colpo di testa di Casagrande, mentre noi sfioriamo la terza rete con Nicolussi Paolaz, ma Scali devia ancora una volta sul fondo. Al 40' Perrone dal limite tenta il pallonetto ed è baciato dalla fortuna: la palla rimbalza sul palo, poi sulla schiena del nostro portiere ed in porta. Sul cambio di fronte Nicolussi Paolaz risponde con una fucilata respinta da Scali. La beffa matura nel finale: Comper, già ammonito in precedenza, riceve il secondo giallo, senza tuttavia lasciare il campo, poi al 47' il neoentrato Vella indovina un velenoso diagonale che inganna Fracalossi, per il finale pareggio.

LEVICO TERME - TRENTO 2 - 2

RETI: 23’ pt Filippini (L), 32’ pt Conci (L), 40’ st Perrone (T), 47’ st Vella (T)

LEVICO TERME: Fracalossi, Ceccon, Iachemet, Meneghini, Lucena Gonzales (35’ st Peruzzi), Ponticelli, Carlà, Pancheri, Conci, Filippini (28’ st Nicolussi Paolaz), Sferrazza. All. Melone

TRENTO: Scali, Comper, Osti (21’ st Orsini), Manas, Casagrande, Di Dio, Konvyt (42’ st Vella), Paissan, Riggi (1’ st Beccaria), Gattamelata, Perrone. All. Delli Carri

ARBITRO: Monte di Bolzano

NOTE: Giornata calda. Spettatori  trecento circa. Al 35’pt Perrone (T) calcia alto un rigore. Ammoniti Konvuyt (T), Lucena Gonzales (L), Comper (T), Manas (T), Comper (T).








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy