FEMMINILE - FUGA A DUE - BarSportItalia.it

FEMMINILE - FUGA A DUE

Pubblicato: Marted́ 11 Novembre 2014 da: Giulia Branz

Al giro di boa esulta il Trento Clarentia che si laurea campione d'inverno, ma a scappare con lui c'è anche l'Isera, staccato di un solo punto. L'Ozolo Maddalene chiude in medaglia di legno e grazie ad una reazione imperiosa torna alla vittoria dopo tre sconfitte consecutive. A peggiorare l'ottimo bilancio delle compagini trentine c'è invece il Calceranica, che purtroppo chiude l'andata come fanalino di coda.

Chiude come prima della classe il Trento Clarentia, anche se il voto dell'ultima prova risulta al di sotto della media, rispetto alle ben più convincenti prestazioni delle scorse giornate. La partita contro i Red Lions infatti non è risultata affatto una passeggiata, ma, nonostante la giornata non proprio brillante, il Clarentia risolve un difficile primo tempo e tiene a casa propria i tre punti. Sebbene le trentine commettano qualche errore di troppo nel primo tempo, si portano in vantaggio con la gran rete di Rovea che in semi acrobazia insacca alle spalle del portiere avversario. Ma il Clarentia è in difficoltà e subisce il pari in seguito ad un calcio di punizione delle ospiti altoatesine. Anche nella ripresa le ragazze di Trento faticano a trovare la via del goal nonostante numerosi tentativi. Alla fine però la Rosa punge eccome, infilando una pesante doppietta che tramortisce i Leoni e sistema la pratica per il Trento. Primato, fuga e arrivederci a marzo.

Non vuole essere da meno l'Isera, che grazie alla netta vittoria sul campo del Calceranica rimane in scia. Partono subito bene le roveretane che creano un buon gioco, anche se inizialmente non riescono ad essere pericolose. Dopo una decina di minuti arriva però per le ospiti un'occasione ghiottissima che Dauriz si divora sparando alto un goal che sembrava già fatto. L'Isera non digerisce e subisce la sempre presente legge del goal sbagliato, goal subito: imprendibile ripartenza del Calceranica che va alla conclusione con Ghesla che, grazie anche ad una deviazione, inganna l'estremo difensore avversario Larentis e porta in vantaggio le sue. In un periodo così difficile per la compagine valsuganotta questo vantaggio è ossigeno puro: le padrone di casa iniziano a macinare gioco e fanno soffrire le avversarie con dei preziosi lanci in profondità. Il buon momento della squadra di casa viene però arginato dal pareggio dell'Isera: Visintainer prima spreca un'ottima occasione, ma si fa subito perdonare concretizzando con una girata rasoterra il corner nato proprio dal precedente errore. Le squadre vanno quindi al riposo in parità. Nel secondo tempo l'Isera va al comando della gara ed il Calceranica, ridotto all'osso da molti infortuni e squalifiche, prova a resistere con orgoglio, ma dopo 15 minuti è costretto alla resa a causa del perfido diagonale dell'esterno roveretano Campana, che va ad infilarsi nell'angolo più lontano della porta. L'Isera alza ulteriormente il baricentro con l'avanzata di Groff: mister Bollino le consegna le chiavi del centrocampo e lei non ci pensa due volte a chiudere per bene la gara con un gran tiro dalla distanza. C'è spazio anche per Baldessari, che appena entrata non perde neanche un minuto e sigla la quarta rete per l'Isera. Isera ad un passo dalla vetta, Calceranica sul fondo del baratro, che non vede l'ora di voltare pagina in questa difficile stagione.

Ruggito dell'Ozolo che si rialza alla grande da una crisi spaventosa e chiude il proprio girone d'andata nella parte alta della classifica, ma soprattutto ritrovando fiducia nei propri mezzi. La trasferta di Laives si presentava come un difficile banco di prova e così è stato nella prima fase di gioco. La partita è bloccata in tutto il primo tempo: di fronte si trovano due compagini ordinate che tengono bene il campo e giocano palla a terra, sviluppando la manovra per lo più a centrocampo. Le nonese provano a fare il gioco, ma il Laives difende bene e si salva sempre in corner, infatti le ospiti ne conquistano 8, ma non riescono mai a buttarla dentro. Le occasioni più nitide per l'Ozolo capitano a Valentinelli, che dribblato anche il portiere avversario non riesce a controllare il pallone, che finisce sul fondo, e a Zappini, che devia al volo in stile Morata un cross da calcio piazzato, ma l'estremo difensore sventa il pericolo con un fortunoso intervento. Le ragazze del Laives diventano pungenti in contropiede e potrebbero portarsi in vantaggio con Weis, che però non riesce a concludere da ottima posizione. Si va negli spogliatoi con il risultato ancora bloccato, così come le nonese, bloccate dalla crisi, ma con tutte le carte in regola per ribaltare la situazione. A proposito di carte, l'asso nella manica si chiama Berti, il centrale noneso che si avventa sul settantesimo corner delle ospiti, anticipa il portiere e scaglia in rete il gol che cambia tutto. La partita si sblocca e si aprono numerosi spazi; reagisce subito il Laives con Orlandini che spreca da ottima posizione e Weis, la cui minacciosa conclusione è deviata in corner dall'ottimo intervento di Marchi. Poi le nonese salgono in cattedra e non ce n'è più per nessuno. Valentinelli spalle alla porta appoggia per Branz che da fuori area scaglia sotto la traversa il pallone del 2 a 0. Poco dopo Bergamo scappa sulla fascia e mette in mezzo un cross basso: la feroce ala nonesa Zappini ruba il pallone dai guantoni dell'estremo difensore avversario e appoggia a Valentinelli che cicca la prima occasione, ma sul successivo rimpallo la butta dentro di rabbia e chiude la gara. Le nonese creano ancora qualche ottima azione, ma può bastare così. Ozolo che chiude l'andata a testa alta e si prepara per l'incontro di Coppa Regione contro il Trento.

Infatti il calcio femminile trentino ha ancora qualcosa da regalare prima delle ferie invernali: nelle prossime due settimane andranno in onda gli incontri che completeranno i gironi di Coppa Regione. Per il Campionato invece pausa fino a marzo.

Gli incontri della nona di andata: Calceranica VS Isera 1-4, Maia Alta VS Falzes 4-2, Trento Clarentia VS Red Lions 3-1, Laives VS Ozolo Maddalene 0-3; ha riposato: Vipiteno

Classifica: Trento Clarentia (19), Isera (18), Vipiteno (14), Ozolo Maddalene (13), Maia Alta (12), Falzes (10), Red Lions (9), Laives (6), Calceranica (4).




kamagra vs viagra2018-03-31 20:14:00
kamagra 100mg tablets for sale usa [url=http://kamagradxt.com/]kamagra oral jelly usa next day shipping uk[/url] kamagra 100mg oral jelly sildenafil reviews kamagra 100 mg oral jelly kamagra rendeles http://kamagradxt.com/ kamagra kopen utrecht

RonFrok2017-11-16 18:11:03
Donde Comprar Cialis Lilly Viagra 100mg 40 [url=http://lowpricecial.com]cheap cialis[/url] Propecia Familiar Voglio Acquistare Cialis Achat Cialis Pharmacie En Ligne

RonFrok2017-11-16 18:11:01
Donde Comprar Cialis Lilly Viagra 100mg 40 [url=http://lowpricecial.com]cheap cialis[/url] Propecia Familiar Voglio Acquistare Cialis Achat Cialis Pharmacie En Ligne

RonFrok2017-11-16 18:11:00
Donde Comprar Cialis Lilly Viagra 100mg 40 [url=http://lowpricecial.com]cheap cialis[/url] Propecia Familiar Voglio Acquistare Cialis Achat Cialis Pharmacie En Ligne

RonFrok2017-10-20 20:14:16
Rischi Del Viagra Alli Pills Amazon [url=http://cheaplevi.com]levitra 10 mg[/url] Discount Tab Levaquin Worldwide Low Price Where Can I Buy Viagra In

RonFrok2017-09-12 22:07:46
Kamagra Sildenafil 100 Milligrammi [url=http://cialtobuy.com ]viagra cialis[/url] Galvus Buy Silagra Dutasteride Avidart How To Last Longe Kamagra Dosage Instructions cialis online Etienne Kamagra In Linea





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy