HOCKEY - UN BUON PERGINE CADE A ORA - BarSportItalia.it

HOCKEY - UN BUON PERGINE CADE A ORA

Pubblicato: Mercoledý 18 Febbraio 2015 da: Redazione

(COMUNICATO STAMPA PERGINE SAPIENS) - Finisce con la vittoria dei padroni di casa, gara-1 dei playoff: un 3-2 in favore di Ora, che spiega come la gara sia stata combattuta ed in bilico fino alla sirena finale; peccato, perché il Pergine Sapiens aveva disputato una bella prestazione, portandosi due volte in vantaggio.

Subito Pergine Sapiens pronto a regalare emozioni ai numerosi tifosi saliti ad Egna per sostenerlo, ma Fabris respinge il disco scagliato da Xamin. Sul cambio di fronte Pircher si presenta solo davanti Tononi, ma non inquadra la gabbia biancorossa, mentre il goalie valsuganotto salva su Proietti al 6’. Cinque minuti più tardi Munari in contropiede spara su Fabris da buona posizione; il gol è nell’aria e si materializza con una magia di Sinosi in girata. L’Ora risponde con rabbia, ma sono le linci a sfiorare il raddoppio con Luca Rigoni, bloccato in due tempi da Fabris. Al 17’ un errore difensivo perginese, però libera in contropiede Piroso, che non sbaglia il gol del pari

La ripresa comincia ancora con un tiro di Xamin, ma il disco sbatte sulla griglia di Fabris, mentre tre minuti più tardi Pace manca l’ultimo tocco, dopo una travolgente azione personale. L’Ora si vede nella parte centrale del secondo drittel, ma Tononi è insuperabile ed allontana ogni minaccia. Al 9’ ci prova Conci, ma il tiro del giocatore del Pergine Sapiens è bloccato dal gambale del goalie atesino. La partita prosegue su buoni livelli, tuttavia mancano le occasioni da gol; l’equilibrio è rotto da Pace, che ad una manciata di secondi dalla sirena, finalizza al meglio l’assist di Chizzola.

L’Ora pareggia ad inizio del drittel con Piroso, mentre il Pergine Sapiens si vede in attacco con Xamin, il cui tiro è respinto dal gambale di Fabris. Nei minuti successivi i padroni di casa chiamano in causa più volte Tononi, che si esibisce in alcune pregevoli parate, per mantenere il risultato sul pari. La gabbia valsuganotta cade al 13’, quando Zelger trova lo spiraglio giusto per portare per la prima volta in vantaggio i suoi, mentre le linci sfiorano nel finale due volte il pareggio con Ambrosi e Conci, ma il disco non vuol saperne di entrare, così a gioire è l’Ora.

Ora il Pergine Sapiens è chiamato al riscatto in gara-2, che si giocherà sabato a Pergine: primo ingaggio alle ore 18.30

ORA – PERGINE SAPIENS 3-2 (1-1; 0-1; 2-0)

RETI: 12’35’’ Sinosi (0-1), 17’30’’ Piroso (1-1), 39’20’’ Pace (1-2), 41’05’’ Piroso (2-2), 53’24’’ Zelger (3-2)

ORA: Fabris (Casaril), Vill, Negri, Pichler, Tscholl, Olivotto C., Proietti, Walter, Calovi, Pircher, Trentini, Piroso, Pedrini, Adergassen, Zucal, Zelger, Brighenti, Simonazzi, Siller Olivotto M. All. Chizzali

PERGINE SAPIENS: Tononi (Mantovani), Strazzabosco, Sinosi, Rigoni L., Marchesini, Pace, Munari, Rodeghiero, Olivero, Xamin, Mattivi, Raccanelli, Ambrosi, Chizzola, Conci, Rigoni F., Viliotti, Gabri. All. Korotvicka

ARBITRO: Benvegnù








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy