FEMMINILE - TRENTO TROPPO FORTE - BarSportItalia.it

FEMMINILE - TRENTO TROPPO FORTE

Pubblicato: Martedý 21 Aprile 2015 da: Giulia Branz

Matematicamente la lotta "scudetto" rimane ancora aperta, ma sul campo, nello scontro diretto tra le due favorite, il Trento Clarentia ridimensiona l'Isera con uno scioccante 5 a 0. Vista la classifica equilibratissima ci si aspettava una gara combattuta alla pari e così è stato, ma solo per i primi 45 minuti. Anche se in realtà parte in quinta il Clarentia: lancio in profondità, l'estremo difensore dell'Isera Larentis va in uscita, ma viene scucchiaiata da Rosa, che da lì in poi ne combinerà delle belle. A questo punto la gara deve cambiare, l'Isera è costretto a fare la partita per recuperare lo svantaggio, ma così facendo porge l'altra guancia alle velenose ripartenze del Trento Clarentia, che ha nelle proprie interpreti gente che le sa sfruttare al meglio. L'Isera ruggisce e ci prova con due tiri da fuori prima, con la punizione di Zanelli poi, ma Valenti mantiene la propria porta inviolata. Il Clarentia gestisce saggiamente il vantaggio e si accende improvvisamente con Dalla Santa (foto sx), che in pochissimo spazio fa partire un bolide da fuori area che solletica l'incrocio dei pali. Isera disperatamente in avanti, ma il pareggio non arriva e così Dalla Santa galoppa nella prateria e mette in mezzo un cross teso, Larentis è reattiva e afferra il pallone, ma subisce un colpo nello scontro con un'avversaria e molla la presa; mischia selvaggia e punge ancora la Rosa. 2 a 0 per le ospiti, fine primo tempo e Larentis costretta ad abbandonare il terreno di gioco infortunata. Il mister roveretano Bollino è quindi costretto a mettere tra i pali Casapu, una delle più pimpanti delle sue nella prima fase di gioco. Per l'Isera è davvero troppo, le roveretane si arrendono quindi ad un Clarentia che vuole la promozione e che va probabilmente a prendersela in una ripresa dominata su tutti i fronti. Subito la solita Dalla Santa discende dalla propria trequarti ed infila la terza rete, dopo di che lascia la scena alla scatenata Rosa, che completa l'opera d'arte con altre due reti. L'unica consolazione per le roveretane rimangono gli ingressi in campo delle giovanissime Ziliani, Manconi e Bertolini. Che altro dire? "A primavera sbocciano i fiori, sabato è sbocciata la Rosa" (cit. Dalla Santa).

Passando dalla sfida scudetto alla lotta per non retrocedere atterriamo a Calceranica, dove le valsuganotte hanno ospitato le altoatesine del Laives. La gara si risolve in un bicchiere mezzo vuoto per entrambe le compagini che ricavano entrambe dal pareggio per 2 a 2 un punticino che serve solo a mantenere le distanze a favore delle padrone di casa. Per il Calceranica le reti sono state siglate entrambe dalla bomber di casa Ghesla.

Domenica a Rumo l'altalentante Ozolo incassa una pesante sconfitta ad opera delle altoatesine del Falzes. Gara bruttina e nervosa, per non dire violenta, che rimane aperta fino ad inizio ripresa: dopo un primo tempo in cui le altoatesine si erano portate in doppio vantaggio, quasi triplo se non ci fosse stato il miracoloso salvataggio sulla linea di porta da parte della nonesa Pilati, le padrone di casa riaprono la gara con la rete di Leonardelli che parte dalla propria metà campo, supera in tunnel un'avversaria e conclude da fuori area insaccando sotto la traversa. Ma la gara invece di riaprirsi si chiude a favore delle avversarie, che dilagano guidate dalle belle giocate di Sullmann. Unica nota positiva per le nonese, la splendida rete della baby Rizzi, la cui magia alla Del Piero scoccata da fuori area va ad incastonarsi all'incrocio dei pali più lontano. Finisce 6 a 2 per il Falzes.

I risultati della quinta giornata di ritorno: Ozolo Maddalene VS Falzes: 2-6 , Vipiteno VS Red Lions: 3-4, Isera VS Trento Clarentia: 0-5, Calceranica VS Laives: 2-2; riposa: Maia Alta.

Classifica: Trento Clarentia (31), Isera (30), Falzes (19), Vipiteno (17), Maia Alta (16), Ozolo Maddalene (16), Red Lions (16), Calceranica (11), Laives (7).

Prossimo turno: Falzes VS Calceranica, Maia Alta VS Isera, Red Lions VS Ozolo Maddalene, Trento Clarentia VS Vipiteno; riposa: Laives.

 




gai82015-04-21 23:21:10
a questo articolo di rara disquisizione tecnico - agonistica, mi permetto di evidenziare due situazioni di gioco che la squadra vincente ha dimostrato nei 90': disciplina tattica con i reparti offensivi e di centrocampo molto corti e un'ottima disciplina nelle posizioni con alcuni pregevoli sovrapposizioni in velocitÓ....e questo le ha permesso di tenere in pugno la zona nevralgica del campo: il centrocampo.





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy