PROMOZIONE - LE PAGELLE DI FINE STAGIONE - BarSportItalia.it

PROMOZIONE - LE PAGELLE DI FINE STAGIONE

Pubblicato: Mercoledý 1 Giugno 2016 da: Miki

Passati alcuni giorni dalla fine del campionato, facciamo un rapido esame alle protagoniste del campionato di Promozione, rigorosamente in ordine alfabetico:

ANAUNE 7,5. La compagine nonesa, autrice di un buon campionato, ha ceduto nel finale, complice qualche cartellino rosso di troppo, dando il via libera ai rivali dell’Arco per il secondo posto, che vale il passaggio in Eccellenza. Terzo miglior attacco della provincia (trainati dai 23 gol del capocannoniere Panizza), i ragazzi di mister Brugnara hanno saputo migliorare sul piano difensivo, incassando soltanto 30 reti.

ARCO 9. Prima delle normali, la squadra gialloblù ha saputo mantenere maggior costanza rispetto ai rivali dell’Anaune, guadagnandosi così il ritorno nella massima serie regionale dopo un’assenza di sette anni. Secondo miglior attacco del campionato, complice anche la continua ricerca del gioco adottata da mister Scremin, l’undici della Busa ha forse espresso il miglior calcio dell’annata: ora bisognerà rimboccarsi le maniche per la nuova, ma stimolante sfida.

BASSA ANAUNIA 6,5. Ottava posizione per i ragazzi di Caserotti, che nel finale di campionato, a salvezza ormai raggiunta, hanno rallentato il passo; un peccato perché la formazione nonesa avrebbe potuto accorciare di molto il distacco sui “cugini” dell’Anaune ed ambire al quarto posto. Sicuramente da migliorare il rendimento difensivo, visti i 49 gol subiti nel corso della stagione.

BENACENSE 7. I biancoverdi, quarti con gli stessi punti del Porfido Albiano, hanno disputato un girone d’andata molto positivo, rimanendo per diverse settimane in scia della corazzata Trento e sognando di chiudere in seconda piazza, ma l’infortunio di Garniga ed un calo nel rendimento durante il ritorno hanno tarpato le ali alle ambizioni della formazione bianco verde.

BORGO 4,5. Dopo aver rischiato più volte la retrocessione nelle ultime stagioni, quest’anno non è riuscita ai giallorossi l’impresa di mantenere la massima serie provinciale. I valsuganotti ritornano quindi in Prima categoria dopo 24 anni d’assenza: troppo esiguo il bottino di 3 vittorie e 6 pareggi nelle 30 gare disputate per poter pensare di salvarsi.

CASTELSANGIORGIO 5. Partita con l’obiettivo di salvarsi, la formazione lagarina non è riuscita a mantenere un cammino costante, perdendo diversi scontri diretti. Nonostante gli innesti invernali l’undici di Chizzola, dopo una breve rinascita, ha nuovamente perso terreno, chiudendo in terzultima posizione.

CONDINESE 6,5. I canarini conquistano una tranquilla salvezza, anche se nel finale di campionato il margine sulla zona calda si è ridotto sensibilmente: come da tradizione è stato buono il rendimento tra le mura amiche (22 punti), mentre bisognerebbe migliorare qualcosina sui campi avversari (15 punti) per crescere ancora.

FERSINA PERGINESE 7. Reduce da due retrocessioni consecutive ed una mezza rivoluzione nell’organico, i ragazzi di Zenobi si sono dimostrati pratici, non sbagliando gli scontri diretti validi per la salvezza. Buono il rendimento difensivo, grazie all’exploit di Catana, mentre in attacco qualcosa si può certamente migliorare.

NAGO TORBOLE 6. Obiettivo salvezza raggiunto: questo è quello che conta maggiormente, ma dopo un brillante girone d’andata, ci si aspettava qualcosa in più dalla squadra, che ha rischiato fino alla penultima giornata il ritorno in Prima. Blindata la difesa (26 gol subiti, solo il Trento ha fatto meglio), mentre in attacco 36 reti sono un bottino misero.

PINE’ 5. Si sapeva che salvo un vero miracolo sportivo, i gialloviola difficilmente avrebbero potuto conquistare la permanenza in categoria: le molte partenze estive, infatti, hanno costretto la dirigenza a far giocare una formazione molto giovane, che ha pagato sul campo l’inesperienza. Nonostante ciò i pinetani si sono tolti la minima soddisfazione di andare in doppia cifra.

PORFIDO ALBIANO 7. Il voto è una media tra un girone d’andata giocato molto al di sotto le proprie possibilità, complici anche diversi infortuni, ed un ritorno molto positivo, che ha portato i cembrani a passare dalla zona retrocessione al quarto posto, agganciando la Benacense. Molto buono il rendimento in fase offensiva con 50 reti all’attivo, meno positivo invece quello difensivo.

RAVINENSE 5. Dopo aver cominciato alla grande il primo terzo del campionato, i trentini sono poi calati vistosamente nel proseguo della stagione, non riuscendo a raggiungere la salvezza. Parte degli alti e bassi può essere spiegata dalla giovine età dell’organico biancoazzurro, anche se ci si aspettava qualcosa in più dai vari giocatori di talento della squadra.

ROVERETO 6,5. Ritornate in Promozione dopo un anno di purgatorio in Prima categoria, le zebrette hanno raggiunto una tranquilla salvezza, chiudendo in settima posizione. Un risultato, tuttavia, che era il minimo sindacale per i bianconeri, la cui storia impone sempre di pensare in grande. Per avvicinarsi alle prime della classe, bisognerà lavorare sulla difesa, bucata 51 volte.

TRENTO 10. Il fatto di essere tecnicamente e tatticamente superiore a tutte le altre non può togliere nessun merito ai ragazzi allenati da Manfioletti, che hanno segnato in media 3 reti a partita, subendone 1 ogni tre partite disputate. Un cammino da schiacciasassi, visto che gli aquilotti hanno lasciato per strada soltanto sei punti (pareggi sui campi di Porfido Albiano, Benacense e Castelsangiorgio), sfiorando la perfezione.

VIPO TRENTO 7,5. L’undici collinare di mister Girardi ha confermato il sesto posto conquistato nel 2015, dimostrandosi una formazione che incassa pochi gol (31, risultato che vale la quarta posizione nella classifica dei migliori reparti difensivi) e che non ama molto i pareggi (5, soltanto la Arco, Ravinense e Trento ne hanno pareggiate meno).

VIRTUS TRENTO 7. Ritornata in Promozione grazie al ripescaggio del Dro in serie D (e la conseguente salita del Calciochiese in Eccellenza), la formazione di mister Fontana è riuscita a raggiungere la salvezza grazie ad un buon girone di ritorno, che le ha permesso di superare Castelsangiorgio e Ravinense.




lee1232018-05-10 09:11:37

Even Michael Kors Purse Sale so mens nike air max that did not adidas outlet show up Yeezy Boost by cheap beats the


diherbal2017-11-02 04:06:09
You actually make it seem really easy together with your presentation however I find this topic to be actually one thing which I believe I'd by no means understand. obat herbal ginjal bocor It seems too complicated and extremely huge for me. I'm taking a look forward for your next submit, I'll attempt to get the hang of it! obat herbal stroke I've been browsing online greater than 3 hours today, but I by no means found any fascinating article like yours. obat herbal kanker serviks

Onoriode2016-07-03 11:56:28
Scrivo per un provino.





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy