TDR - LE PAGELLE "IGNORANTI" - BarSportItalia.it

TDR - LE PAGELLE "IGNORANTI"

Pubblicato: Venerdì 3 Giugno 2016 da: Miki

Una gara importante come i quarti di finale, merita un’attenzione particolare: ecco quindi le pagelle ignoranti della nostra selezione femminile, perché il calcio va affrontato anche con un pizzico d’ironia:

DE SIMONE. Piva continua a cantare “Il portiere paura non ne ha…” E difatti il nostro estremo baluardo vigila sulla collina del Cerevolo come un abate in un convento cistercense, compiendo un paio di belle uscite per anticipare le viandanti emiliane. Guardinga.

BERTOLINI. Tanta corsa e rincorsa per il nostro esterno lagarino, tanto che ci riferiscono la presenza in tribuna di alcuni osservatori di società di atletica leggera. Spesso si ricorda di portar con sé anche il pallone, mettendo paura al terzino emiliano. Chapeau.

BOTTURA. Trottolino amoroso (mica tanto se chiedete alle attaccanti avversarie!!!) della fascia sinistra, nel primo tempo prova anche a sganciarsi in proiezioni offensive alla Dani Alves, ma gli dei del calcio non premiano la sua costanza. Pendolino.

Dal 26’ st TORBOLI. Porta in dote alla squadra tutta la sua eleganza, rendendo la fascia destra molto più glamour. Tenta un paio di accelerazioni, ma la difesa emiliana non si fa sorprendere. Fashion.  

FRISANCO. Martella come un fabbro ferraio in mediana, bollando più volte le dirimpettaie, ma non disdegna la giocata di fino, firmando pure l’unica nostra rete con un bel diagonale. Maniche arrotolate alla Marc Lenders e tanta corsa. Edgar Davids.

GHESLA. Svaria per tutto il settore d’attacco, tanto che alcuni tifosi confermano di averla vista contemporaneamente a Pianopoli, Chiaravalle e Soverato, prima di rispuntare sull’erba del Ceravolo e confezionare l’assist per Frisanco. Incontrollabile.

GROFF. Il capitano difende, imposta, batte i rinvii e le punizioni, lava le mute e prepara pure la cena in albergo. A volte sembra uno di quei fari posti sulle isole nell’Atlantico, spazzati dalle onde: sembra che tutto sia perduto, ma poi è sempre lì. Invalicabile.

PLANCHESTAINER. Gli organizzatori erano preoccupati, perché non riuscivano a capire come pronunciare il cognome, ma la nostra Xena se n’è fregata ed ha cominciato a ramazzare in difesa, colpendo tutto quello che passava, talvolta anche il pallone. Guerriera.

PIVA. Il talento di Canale Vecchio mette in mostra tutto il suo repertorio calcistico, anche se ogni tanto si allontana per incidere un nuovo urlo da stadio: il mister deve ricordarle che è in Calabria come giocatrice, non come ultras, così lei inventa qualche giocata delle sue. Capocurva.

RIZZI. Una vita da mediano, a recuperar palloni… lavorare sui polmoni. Probabilmente è la sua canzone preferita, perché lavora molto di ramazza nella zona nevralgica del campo, dovendo coprire anche le assenze canterine della collega Piva. Sempre presente.

VERBER. Le hanno detto di correre sulla fascia e lei ha cominciato: su e giù, su e giù, tanto che i giardinieri hanno cercato di bloccarla per evitare di rovinare il campo. E’ uscita per fare il tagliando dei 10.000 chilometri. Motorino.

Dal 1’ st TREVISAN. Tanta intensità in mezzo al campo: sradica palloni dai piedi delle avversarie come il miglior Gattuso e prova a farsi vedere anche in attacco, anche se con poca fortuna. Soldatino.

ZILIANI. Dopo il turno di stop rientra effervescente come un’aspirina e riprende il controllo della corsia di destra, concedendo poco a nulla alle avversarie, non disdegnando qualche sana randellate alle caviglie emiliane. Medicinale.

MITOLA. La selezionatrice trentina deve incanalare le energie delle sue giocatrici in un’unica direzione, distogliendole dai molti hobby, ed aiutata dal braccio destro Sanibondi ci riesce per oltre metà gara, mettendo spesso in difficoltà le nostre avversarie. Bicchiere mezzo pieno.




ugg baratas2017-11-13 10:25:52
Estilo de moda de invierno, clásico y tendencia de convivencia de su elección ugg botas baratas botas ugg baratas outlet botas ugg baratas chile baratas ugg

diherbal2017-11-02 04:07:32
You can certainly see your skills in the paintings you write. The world hopes for even more passionate writers like you who are not afraid to say how they believe. At all times follow your heart. obat alami jantung bengkak I will immediately grasp your rss feed as I can't find your e-mail subscription hyperlink or e-newsletter service. Do you've any? Please permit me recognize so that I could subscribe. Thanks. obat herbal kanker otak Somebody essentially assist to make significantly posts I'd state. obat herbal batu empedu tanpa operasi

diherbal2017-11-02 04:06:38
It's beautiful worth enough for me. In my view, if all web owners and bloggers made just right content as you probably did, the web will probably be a lot more helpful than ever before. I do agree with all the concepts you've presented in your post. They are very convincing and will definitely work. Still, the posts are too quick for starters. May just you please lengthen them a bit from next time? Thank you for the post.





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy