AI PLAYOFF LE SORPRESE SONO LA REGOLA - BarSportItalia.it

AI PLAYOFF LE SORPRESE SONO LA REGOLA

Pubblicato: Mercoledì 22 Febbraio 2012 da: Miki

 

©BarSportItalia.itLa serie A2 non conosce il significato della parola riposo: domenica scorsa è terminata la regolar season e già si aspettano i playoff, che prenderanno il via venerdì sera. Il Pergine Solarplus, la vera sorpresa del campionato se la vedrà con il tenace e coriaceo Gardena. 

 

 

Come si vive l'attesa nello spogliatoio perginese? Abbiamo pensato di chiederlo a due giocatori che hanno lasciato il segno nella splendida stagione delle «Linci», il capitano Michele Bertoldi (39 gare condite da 4 reti e 6 assist) «Per noi reduci dalla serie C l'A2 è tutto un altro mondo. Il gioco è più veloce e fisico, ma anche le soddisfazioni quando vinci sono maggiori. Quello che m'ha stupito di più è il poco margine tra noi e le altre squadre: mi aspettavo di pagar dazio maggiomente. Sono contento che siamo riusciti a conservare anche in A2 uno dei nostri marchi di fabbrica: il gruppo, che ci ha permesso di conquistare punti anche contro avversari più forti di noi. »

Chi la seconda serie l’aveva già sperimentata in passato il sempreverde bomber  Lino De Toni (secondo come rendimento solo allo svedese Moren, avendo totalizzato 18 reti e 29 assist in 32 partite): «Sono rimasto piacevolmente sorpreso da questo campionato: il livello è pressappoco quello che mi aspettavo, ma vedo molto agonismo in tutte le gare: i giovani specialmente hanno voglia di fare bene. Il bello tuttavia inizia adesso, perché nei playoff può succedere di tutto. Credo che il nostro quinto posto sia più che meritato: se devo nominare una squadra che m'ha stupito positivamente, questa è il Pergine.»

©BarSportItalia.itVenerdì sera si comincia la serie dei playoff con la trasferta di Selva. A molte squadre il Pranives è andato indigesto in questa stagione, ma cosa succederà venerdì? Bertoldi non ha dubbi: «Una guerra. Loro cercheranno sicuramente di mettere la partita sul fisico, sfruttando la loro esperienza per innervosirci. Sarà una novità per molti di noi, poco avvezzi a questi ritmi, e dovremmo essere bravi a rimanere tranquilli, senza cadere nelle loro trappole. E' una gara difficile per molti fattori: il campo, i loro tifosi, il viaggio ed altro ancora, ma noi dobbiamo provarci, perchè la serie finisce solo quando una delle due squadre vince tre incontri. Se toglierei qualcuno a loro? No, vorrei poter giocare la sfida con le due formazioni al completo. »

Molto diplomatico anche De Toni, che non vuole sbilanciarsi: «L’importante è arrivare lassù con tanta voglia di far bene perchè nelle gare dei playoff capita sempre qualche sorpresa. Il fatto che scendano in campo molte varianti, come aspetto fisico e tecnico, ma anche concentrazione e motivazione, impedisce di fare pronostici, così non si può mai sapere come va a finire. Se toglierei qualche giocatore al Gardena? A dir il vero ne hanno tanti di bravi che non saprei chi scegliere.»

©BarSportItalia.itL'attesa comunque è finita, è ora di lasciare la parola al campo: appuntamento alle ore 20.30 a Selva di Valgardena per gara uno dei quarti di finale, mentre il secondo incontro si disputerà domenica alle 18.00 presso il palaghiaccio di Vigalzano. 

 








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy