SERIE D - BERTOLDI NON BASTA, TRENTO VINCE IN RIMONTA - BarSportItalia.it

SERIE D - BERTOLDI NON BASTA, TRENTO VINCE IN RIMONTA

Pubblicato: Mercoledì 21 Febbraio 2018 da: Miki

Sei reti, numerose occasioni da gol, un ritmo indiavolato per buona parte della gara, la tribuna di viale Lido riempita all’inverosimile: il derby tra Levico Terme e Trento, seppur giocato un anonimo mercoledì pomeriggio di febbraio, ha scaldato gli animi, regalando molte emozioni ai circa 600 spettatori.

Il tempo di prendere posto, chi c’è riuscito, ed i padroni di casa passano in vantaggio: Fanelli ruba palla a centrocampo e serve Rinaldo, che entra in area e finisce a terra dopo un contrasto falloso di Appiah; calcio di rigore che “Beto” Bertoldi non sbaglia, spiazzando Festa. La risposta degli ospiti, però, è immediata: Bardelloni si beve “Pit” Micheli e dipinge una parabola che coglie di sorpresa tutta la retroguardia levicense, Bastianello compreso. La partita rimane frizzante e molto piacevole, anche se sparisce il sole ed il clima diventa freddino: Bardelloni tenta una nuova magia, mancando d’un soffio il bersaglio, mentre nel finale di tempo i padroni di casa aumentano il ritmo, creando tre occasioni con Micheli (fuori di poco), Bertoldi (Festa si rifugia in corner) e Alberti (che fa la barba al palo).

La pausa ristora le due formazioni, che non si risparmiano una volta tornate in campo: al 4’ Bertoldi si dimostra un cobra, rubando palla a Kostadinovic e castigando Festa. L’inerzia della gara cambia con le prime sostituzioni: mister Filippini estrae dal cilindro alcuni pezzi da novanta, mentre il Levico comincia ad accusare la stanchezza. Gli aquilotti alzano i giri, facendosi vedere con frequenza in attacco; logica conseguenza è il pari, che arriva al 28’: Bardelloni, grossi dubbi sul contrasto con Rippa, ruba palla al limite e mette un babà sul secondo palo, che il "samurai" Zecchinato non sbaglia (foto sx). Il fortino levicense sembra resistere agli assalti avversari, almeno fino al 40’ quando Paoli dal limite inventa una traiettoria che termina alle spalle di Bastianello. La gara termina qui, anche se proprio allo scadere il Trento allunga ulteriormente con Papa Dadson, un gol valido solo per le statistiche.

LEVICO TERME - TRENTO 2-4

RETI: 9’ pt rig., 4’ st Bertoldi (L), 19’ pt Bardelloni (T), 28’ st Zecchinato (T), 40’ st Paoli (T), 45’ st Dadson (T).

LEVICO TERME: Bastianello, Rippa (35’ st Xamin), Micheli, Cosentini, Brugger, Severgnini, Bertoldi, Pancheri, Alberti, Rinaldo, Fanelli (18’ pt Brusco). All. Manfioletti

TRENTO: Festa, Carella, Paoli, Bortoli (14’ st Bacher), Aperi (25’ st Zecchinato), Kostadinovic, Appiah (19’ st Boldini), Dadson, Ferraglia (9’ st Pangrazzi), Sorbo, Bardelloni. All Filippini

Arbitro: Flavio Braghini di Bolzano. (Assistenti: Tommaso Betta di Bolzano e Luca Marrone di L’Aquila)

NOTE: campo in discrete condizioni. 600 spettatori circa. Ammoniti: Alberti, Cosentini, Bertoldi (L); Aperi, Paoli, Kostadinovic (T). Recupero: 1’ + 4’.




swiss replica uhren2018-03-17 02:48:01
Sobald Sie es haben, tun Sie nichts. Beruhige die Welt, um die Zeit zu verschieben und voranzukommen. Schön und langlebig, auf der ganzenreplica uhren glashuette Welt respektiert. Advanced Quarz-Technologie, genaue Minute oder besten replica uhren Sekunde ist nicht schlecht. Du hast es verdient. Warte auf diesen zweiten Weltwechsel, oder ergreife diese Sekunde, um die Welt zu verändern.





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy