IL CUORE E LA GRINTA NON BASTANO AL B.C. PINE - BarSportItalia.it

IL CUORE E LA GRINTA NON BASTANO AL B.C. PINE

Pubblicato: Martedě 13 Marzo 2012 da: B.C. Pinč

 

©BarSportItalia.itNon bastano grinta, testa, cuore e voglia di vincere alle tigri per superare il turno: nonostante le pinetane giochino un partita decisa, infatti, la Rotalnord vince uno a zero la seconda semifinale, staccando il biglietto per la finale scudetto.

 

 

Si parte dallo zero a due maturato sul ghiaccio di Pinè la scorsa settimana, quindi servono tre reti a Boschini e compagne per qualificarsi per la finalissima: le speranze delle tigri vengono infrante da

 Daniela Muesler, autrice di tutte e tre le reti che decidono la semifinale. 

Sin dal primo minuto le ospiti entrano in campo pressando e cercando di bucare la rete avversaria, consce dell’importanza di trovare subito un gol. La ricerca del vantaggio apre degli spazi per le ripartenze delle avversarie, ma il portiere “pinaitro” Hauesl (ex Rotalnord) riesce con due paratone a bloccare i contropiedi delle “fiammazze”. Il primo tempo si conclude a reti inviolate, ma le tigri sperano ancora di compiere il "miracle" nel secondo tempo.

Pausa di riflessione e il coach Mirko Tait chiede alle giocatrici di ascoltare maggiormente le indicazioni tecnico-tattiche e di non aver fretta di buttar via la palla.

Si rientra in campo con la stessa concentrazione e determinazione  del primo tempo, tentando il tutto per tutto per poter raggiungere la finale scudetto. Le avversarie hanno l'occasione di poter passar in vantaggio grazie alla penalità, ma l'infallibile quadrato pinetano non fa entrare nessuna palla in porta. Poco dopo viene fischiata una penalità alla Rotalnord, ma le tigri non riescono a sfruttarla, anzi devono tornare nella loro metà campo due volte per recuperare la palla. A cinque minuti dalla fine arriva la doccia gelida: il numero 10 della Rotalnord segna il gol del vantaggio e le tigri vedono sfumare le possibilità di accedere alle finali, anche per via dei svariati errori davanti alla porta avversaria. Si tenta il tutto per tutto togliendo il portiere a un minuto e mezzo dalla fine, ma purtroppo arriva il fischio finale.

Tutte le giocatrici pinetane escono distrutte, ma soddisfatte per l'impegno e la grinta vista in campo.Nello spogliatoio si respira un po’ di rammarico  per l'andamento del campionato: forse cambiava qualcosa arrivando al terzo posto, potendo giocare una semifinale più equilibrata con la squadra altoatesina del Leifers... Tuttavia le tigri sono riuscite a dimostrare  il loro carattere ed il loro gioco contro la temibile Rotalnord, la squadra più forte del momento: però un golletto ce lo meritavamo.

Sabato si svolgeranno le finali a Collalbo, dove si cercherà di confermare il terzp posto del''anno scorso: le tigri affronteranno  la formazione del Geier, mentre la rincorsa al titolo italiano vedrà per la terza volta consecutiva la sfida tra Rotalnord e Leifers








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy