POCHE EMOZIONI MA TANTI PUNTI: L’IMPORTANZA DELLA VITTORIA - BarSportItalia.it

POCHE EMOZIONI MA TANTI PUNTI: L’IMPORTANZA DELLA VITTORIA

Pubblicato: Lunedě 26 Marzo 2012 da: Stefania Betti

 

©BarSportItalia.itCALDARO – Se c’è una lezione che il Calceranica ha imparato durante l’andata del campionato di serie D femminile della provincia di Bolzano, è che le squadre altoatesine non mollano mai; fortunatamente però, nella prima partita del ritorno disputatasi sabato sera sul rettangolo di gioco (che in verità, viste le dimensioni, poteva chiamarsi quadrato) di Caldaro, si è scoperto che non è sempre così.

 

La squadra di casa, infatti, pur presentandosi questa volta con la formazione completa, dimostra di credere poco nelle proprie potenzialità e lascia sfumare una partita noiosa, nella quale un Calceranica non brillante riesce ad accaparrarsi i tre punti.

Tante le assenze tra le file della squadra valsuganotta: Pradi deve ancora riprendersi dall’influenza, Tomasi bloccata per il mal di schiena, Da Ronch sempre per problemi alla caviglia sinistra e Marconi alle prese con una forte otite. Mister Sodini non cambia però modulo, presentando in difesa davanti all’estremo difensore Roat (in costante crescita da inizio campionato), Capitan Ambrosi, i centrali Fedrizzi e Pinamonti reduci dall’eccellente partita col Lavies e Hueller a destra; centrocampo composto da Roat, Bisello e Pintarelli; terzetto d’attacco con Folgheraiter centrale, Betti a destra e Fiabane a sinistra. La partita parte subito bene per il Calceranica che, pur non mostrando un gioco preciso ed ordinato, si permette di gettare diverse buone occasioni nell’area avversaria (da segnalare un liscio di Betti degno di Mai dire Gol). Le ragazze del Caldaro, riescono a salire più volte nelle metà campo avversaria senza riuscire però a finalizzare le azioni. Il risultato si sblocca a metà primo tempo, quando su un bel lancio in profondità di Bisello, Betti sul portiere in uscita passa ad una liberissima Folgheraiter che deve solo insaccare. Nel secondo tempo il Calceranica torna su un più classico 4 4 2: entrano Passamani, Stenghel e Betti M.. Il raddoppio avviene dopo pochi minuti quando Sonia “Ponga” Folgheraiter beffa l’estremo difensore avversario che esce senza sicurezza con un tunnel diretto in porta. La palla del 3 a 0 è sui piedi di Fiabane, che dalla sinistra colpisce il secondo palo con un bel tiro che sembrava destinato alla rete.

La partita finisce così con uno 2 a 0 che rallegra un po’ la classifica per la squadra trentina che però non esce pienamente soddisfatta da un’opaca prestazione e che già pensa a come riuscire a ripetere la brillante prestazione della settimana precedente contro il Laives, che la sorte vuole anche prossimo avversario in campionato sabato prossimo ore 17.00 sul sintetico di Calceranica. Laives che cercherà sicuramente il riscatto contro la squadra che le ha chiuso la possibilità di giocarsi la coppa provincia, che vede la compagine del presidente Giacomini come unica squadra del girone A ha disputare le semifinali.  








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy