IL CALCERANICA PRIMA SPAVENTA E POI SI LASCIA SOPRAFFARE DAL LAIVES - BarSportItalia.it

IL CALCERANICA PRIMA SPAVENTA E POI SI LASCIA SOPRAFFARE DAL LAIVES

Pubblicato: Lunedě 2 Aprile 2012 da: Stefania Betti

©BarSportItalia.it

CALCERANICA – Nella seconda giornata di campionato, nonostante il risultato di 4 a 3 per le avversarie del Laives, il Calceranica femminile dimostra di potersi giocare un buon girone di ritorno e di essere pronto a tutto per mettere i paletti tra le ruote alle prime in classifica.

 

 

Infatti il punteggio finale è troppo severo per la squadra valsuganotta, che nonostante la brutta partenza, avrebbe meritato almeno un pareggio. Dopo aver infatti subito due gol nell’arco di soli 3 minuti (forse l’arbitro non aveva ben fischiato il calcio d’inizio?!), riesce a riprendere in mano le redini del match e sfoderare le armi migliori per portare a casa più punti possibile. Ci pensa capitan Da Ronch, finalmente rientrata in campo dopo più di un mese di allontanamento forzato per un’infiammazione alla caviglia, a rimettere in carreggiata le donzelle, cogliendo un rasoterra di Tomasi sul secondo palo e insaccando. Il Calceranica allora si fa spavaldo e sfrutta veloci ripartenze per seminare terrore nelle file della squadra altoatesina che già pregustava il dolce gusto dei tre punti e della rivincita dopo l’amara esclusione dalla coppa provincia. Al 15° il gol del pareggio: palla alta da centrocampo per la giovane Pradi che al volo di esterno coglie l’angolino sul secondo palo e scatena una meritata ovazione del pubblico di casa. Passano solo 7 minuti e Fiabane ha la possibilità di rovesciare completamente la partita con una punizione a pochi metri dall’area, che però sbatte contro la traversa. Il Laives si trova ad impattare contro la ritrovata difesa trentina partita con il piede sbagliato, ma che trova in Veronica l’Ariete Fedrizzi il leader assoluto, incontenibile sui colpi di testa e che riesce a sradicare palloni dai piedi avversari come fossero teneri quadrifogli in un prato primaverile.

Al 30° altra insidiosa punizione per il sinistro di Fiabane,  e dalla destra una liberissima Da Ronch deposita la palla in rete: 3 a 2, la “Remuntada” sembra fatta. Sembra, perché il Calceranica non ha ancora chiuso i conti con la velocissima e impietosa attaccante numero 7, Johanna Weiss, affidata alla amorevole marcatura di Monica Betti e autrice dei primi due gol. Approfittando di un passaggio poco deciso, infatti, la giovine gazzella suditorlese ruba palla al suo marcatore e dopo aver liquidato anche Pinamonti accorsa in chiusura, con un preciso calcio di punta trova il gol del pareggio. L’arbitro fischia e tutti negli spogliatoi.

©BarSportItalia.it

Mister Sodini, pur soddisfatta della risposta della sua squadra, sprona a maggior concentrazione e velocità nelle ripartenze, e cambia il modulo in un 4 4 2 con l’inserimento Pintarelli a centro campo e poi Betti sulla destra. È forse il caldo e la stanchezza, forse qualche difficoltà nel trovare la posizione, forse il calo del Calceranica, a dare coraggio alle ragazze di Laives, che iniziano a far girare il pallone con più facilità e dimostrano di non trovarsi in vetta alla classifica per semplice caso. Al ventesimo, infatti, su un cross in area la superba attaccante ospite già autrice della tripletta, svetta in mezzo a tutte e beffa l’estremo difensore Roat. Nonostante il tentativo di riaggancio della squadra giallo verde, il match finisce con lo spegnersi e lasciare un po’ di amaro in bocca per l’occasione persa.

 

Capitan Da Ronch, al termine della partita, si dice comunque soddisfatta nonostante il risultato per la tenacia dimostrata e confida in un crescente miglioramento della squadra.

Prossimo impegno, la sfida con l’Aldino subito dopo lo stop pasquale. Nel frattempo si continuano gli allenamenti.








© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy