SERIE D - FERSINA, UN PUNTO D'ORO SUL CAMPO DI LECCO. - BarSportItalia.it

SERIE D - FERSINA, UN PUNTO D'ORO SUL CAMPO DI LECCO.

Pubblicato: Martedě 18 Dicembre 2012 da: Fede

 

©BarSportItalia.it

(www.asfersina.it)

LECCO –  La Fersina rovina in parte la tanto attesa festa del centenario del Calcio Lecco…ma la festa, fondamentalmente, i tifosi lecchesi se la sono rovinata da soli: vedere l mister locale che da uno schiaffo a capitan Fiorazzo a fine partita, i tifosi che insultano Welle Oussou con frasi razziste lanciandogli pezzi di panettone, un tifoso arrampicato sulle transenne che sputa ai giocatori della Fersina mentre escono dal terreno di gioco, giocatori che cercano il contatto fisico per innescare una rissa a fine partita…sono scene che fanno male al calcio, sono fatti che andrebbero sanzionati pesantemente. Nonostante tali fatti accaduti, la società A.S. Fersina augura un buon centenario alla società Calcio Lecco, sperando che possa festeggiarlo in ben altri modi. Ma torniamo al calcio giocato. Al calcio d’inizio mister Cortese si affida ad un 4-2-3-1 con Stefania tra i pali, in mezzo alla difesa Tobanelli che vede il ritorno al suo fianco dell’ex di turno Michele Ischia dopo l’infortunio rimediato contro il Mezzocorona; esterni bassi i due giovani Crinelli a destra e Micheli a sinistra. A centrocampo Pancheri e Fabio Bazzanella in mediana con Marchione in veste di trequartista coadiuvato dalla fantasia di Fiorazzo a sinistra e l’esperienza di Panizza sul versante opposto.. Terminale offensivo più avanzato Cicuttini. Il copione dell'incontro è subito chiaro: la partita la fa il Lecco, che gioca la palla in velocità e cerca sempre le verticalizzazioni per Chessa, Sarao e Castagna. Due, tre tocchi e la palla è già dalle parti della linea più avanzata soprattutto sulle corsie esterne dove il possente Sarao, mette in difficoltà il piccolo Peter Micheli e infatti, la prima palla gol capita sui piedi del numero undici di casa che dopo aver saltato il giovane terzino valsuganotto fa partire un rasoterra che l’estremo difensore giallonero para a terra. Sul versante opposto la Fersina cerca di alzare il suo baricentro con qualche invenzione del fantasista Fiorazzo sulla fascia sinistra e attorno al quindicesimo minuto è Marchione a provare una timida conclusione che finisce debolmente alta. Al 22’ prima ghiotta occasione per il Lecco che su una ripartenza veloce di Castagna costringe Stefania a mettere in angolo una staffilata del “toro di Civate”. Al 36’ ancora il Lecco pericoloso che sfrutta una disattenzione del centrocampo della Fersina: Castagna lavora un buon pallone per Romeo che dal limite fa partire un missile terra-aria che finisce la sua corsa sul palo alla destra di Stefania. Quattro minuti più tardi ci prova Chessa dai csedici metri ma Stefania è ancora attento e para a terra. L’unica nota da segnalare in casa giallonera alla fine del primo tempo è la sostituzione di Panizza, costretto a lasciare in campo per infortunio, al suo posto il neo-acquisto Giacomo Mammetti.

Nella ripresa la partita si accende con moltissimi capovolgimenti di fronte. Al contrario della prima frazione è la Fersina che parte forte e dopo sei minuti di gioco è Marchione a impensierire per la prima volta il portiere di casa con una rasoterra dai sedici metri messo in angolo da Frigerio; sugli sviluppi dal tiro della bandierina Cicuttini di testa alza troppo la mira. Al 9’, Ischia perde un pallone a centrocampo, con Romeo che serve Chessa ma a tu per tu con Stefania strozza troppo la conclusione che finisce a lato. Minuto 13’ Lecco ancora pericoloso con un colpo di testa di Sarao ma il numero uno giallonero sventa la minaccia. Un paio di giri di lancette più  tardi è la Fersina a farsi pericolosa con Cicuttini che dopo aver recuperato un pallone nella sua area inizia una lunga cavalcata servendo poi sul filo del fuorigioco Mammetti che dopo aver saltato l’estremo difensore di casa si defila troppo, provando successivamente una rasoiata dove Cicuttini appostato sul secondo palo non arriva per un soffio alla deviazione vincente. E’ una Fersina che non dispiace, i ragazzi di Cortese sfruttano al meglio i metri concessi da un Lecco sbilanciato in avanti senza creare grossi pericoli alla retroguardia di casa, ma al minuto 33’ brutta tegola in casa giallonera: il direttore di gara estrae il secondo cartellino giallo (molto eccessivo) ai danni di Ischia e il baricentro giallonero si abbassa notevolmente, con Pancheri che passa dietro sulla linea difensiva e Matteo Bazzanella che entra al posto di Cicuttini per dar man forte al centrocampo. Gli ultimi minuti sono pura sofferenza per la Fersina, ma il fortino regge e si torna a casa con un punto che vale ora in vista del difficilissimo incontro di sabato prossimo sul campo di Vigalzano contro la capolista Pontisola di mister Porrini.

LECCO 0 – FERSINA =

LECCO: Frigerio, Radaelli (33’ st Nicola Rota), Mignatelli, Rudi, Uggè. Mauri, Chessa, Romeo (20’ st Aldegani), Castagna, Di Ceglie, Sarao (33’st Andrea Rota). A disposizione: Facheris, Asti, Bonacina, Gritti. Allenatore Roncari

FERSINA: Stefania, Crinelli (19’ st Lleshi), Micheli, Pancheri, Ischia, Tobanelli, Fiorazzo, Fabio Bazzanella, Cicuttini (35’ st Matteo Bazzanella), Marchione, Panizza (43’pt Mammetti). A disposizione: Bertacco, Ciurletti, Donati, Rizzola. Allenatore: Cortese

Arbitro: Salvatore Bertolino di Trapani

Note: ammoniti: Pancheri, Ischia, Stefania, Sarao, Tobanelli, Micheli, Mammetti, Nicola Rota Espulso Ischia per doppia ammonizione. Campo in buone condizioni. 800 tifosi circa.




Smetana2012-12-19 17:47:32
Caro Fede, cosa pensi del fatto che, diversamente da quanto da te auspicato circa le doverose e pesanti sanzioni a carico del Lecco, il comunicato ufficiale nr.72 emesso in data odierna non riporti nulla al riguardo ?? Ma l'arbitro non ha visto (??) e non si e' reso conto di nulla, neanche delle gravissime offese subite dal nostro bravo Oussou e dello schiaffo che ha "attinto" Capitan Fiore?? Mah... sono cose incomprensibili. Comunque grazie per l'ottimo lavoro che svolgi per tenerci costantemente aggiornati sulle vicende di casa Fersina, ed un arrivederci a presto. Luigi Fiorazzo





© 2013 BarSportItalia.it - Famm Srl P.IVA/C.F. 02256130226 - Privacy Policy